Legali.com
il sito degli avvocati italiani

Sito per gli avvocati italiani, per tenersi aggiornati, sfruttare le nuove tecnologie, dialogare con i colleghi, sottoporre quesiti giuridici, fare ricerche in ambito legale.
I giuristi che vogliono inviare articoli o notizie, si possono registrare online inserendo i propri dati dal link "Connettersi", posto in fondo alla pagina a sinistra. Clicca qui per vedere il video con le istruzioni per la pubblicazione degli articoli.

Incontro Internazionale sulla "Prevenzione della Violenza nei confronti delle Giovani Donne"
Articolo pubblicato online il 10 ottobre 2008

di Francesco Pagano
Stampare logo imprimer

Con il coordinamento della Provincia Regionale di Siracusa Ufficio Pari Opportunit nella persona della dott.ssa Antonella Fucile e della Direzione del Gal Eloro nella persone del Dr. Corrado Pagano e del Dr. Sergio Campanella, dal 29 al 30 Agosto si svolto l’Incontro Internazionale sulla "Prevenzione della Violenza nei confronti delle Giovani Donne". Il progetto, finanziato con fondi comunitari Unit Euro-Med Giovent Tunisia, ha visto tra i Partner, con la Provincia Regionale di Siracusa Ufficio Pari Opportunit ed il Gal Eloro, la Francia, con la Provincia dell’Herault con l’Associazionefemminile Gelsomino d’Oriente di Montepellier, il Marocco, con il Comune di Ouajda con l’Osservatorio dei media dei giovani e la Tunisia, ente capolfila nonch paese ospitante, con la Regione di Madenine con l’Associazione per lo sviluppo durevole e la cooperazione internazionale di Zarzis.

L’Associazione Femminile La Nereide, Onlus 0931 61000, facente parte della delegazione Italiana, ha avuto l’alto privilegio di partecipare e relazionare con le docenti Avv. Patrizia La Vecchia e la dott.ssa Francesca La Spada a Zarzis in Tunisia, con l’ANDIT Lentini in rappresentanza dei Centri Antiviolenza della Provincia di Siracusa, insieme alla Consulta Comunale per le Politiche Giovanili Avola, al Ce.s.i.s., all’Associazione La Societ dell’Allegria Avola, all’Associazione Acquanuvena - Avola e L’Associazione Mondo Giovane - Pachino. Tutti sappiamo che di fronte alla violenza il dovere di noi tutti quello di agire. Ciascuno di noi deve promuovere un ambiente sociale e politico che escluda ogni forma di violenza nei confronti delle donne e delle ragazze. Le strategie di mobilitazione a livello comunitario possono contribuire alla prevenzione della violenza ed alla promozione dell’equit di genere. D’altra parte, l’azione (seminario) che si realizzata con la partecipazione delle quattro istituzioni delle due rive del Mediterraneo ha mirato a sensibilizzare l’opinione pubblica su questo fenomeno in vista di una migliore adesione. Questo seminario ha dato la possibilit ai giovani dei due sessi di entrambe le rive del Mediterraneo di arricchirsi reciprocamente, scoprendo ed esplorando le similitudini e le differenze tra le loro culture. Infatti, lo scambio e la partecipazione di giovani ha offerto loro l’occasione di discutere le differenti implicazioni sollevate a livello di questa tematica e di provocare in loro maggior coscienza sull’importanza di valorizzare e promuovere i principî fondamentali di ogni organizzazione sociale, quali il rispetto dell’altro, il dialogo e la tolleranza. I tre cantieri di lavoro hanno avuto come oggetto tre sottotemi, a seguire: Violenza nei confronti delle ragazze, cause e conseguenze; La legislazione auspicata; Gli strumenti e le azioni da intraprendere; Ciascun partner ha preparato una testimonianza ed ha prodotto uno spot che ha trattato uno dei tre sottotemi proposti. Questo Seminario ha favorito la realizzazione di un protocollo che stato sottoposto alla firma dei politici delle due rive del Mediterraneo gi invitati; Per questo progetto, sar realizzato un Sito Web con una parte interattiva per offrire ai giovani della regione euromediterranea la possibilit di un dialogo interculturale ed una comprensione reciproca delle questioni legate all’equilibrio tra i sessi. Questo Sito ha favorito la realizzazione di una rete euromediterranea anti-violenza nei confronti delle donne. Sono stati affrontati tre temi: la definizione della violenza e concetto nazionale del fenomeno, la legislazione e Le azioni e le misure di prevenzione. "La violenza contro le donne - ha affermato "La Nereide" - una violenza di genere riconosciuta nella comunit internazionale quale violazione fondamentale dei diritti umani. Alcune forme si trovano in molte culture (stupro, violenza domestica, incesto). Altre sono specifiche di alcuni contesti (mutilazione genitali femminili). La violenza contro le donne un crimine ma continua ad essere considerata dagli individui, dalle istituzioni, dagli Stati, come una questione privata; non si tratta di un disagio individuale ma di una emergenza sociale". Nella seconda parte dell’intervento l’Associazione La Nereide di Siracusa con le sue relatrici ha fatto un’analisi dell’attivit legislativa Italiana in materia di lotta contro la violenza nei confronti delle donne, dal Fascismo ad oggi. L’aspetto riguardante la prevenzione all’interno del seminario durante la prima giornata, stata trattata dall’Associazione Andit di Lentini la quale ha sottolineato che il deprecabile fenomeno della violenza fisica, sessuale e psichica, nei confronti delle donne rappresenta un tema di particolare delicatezza e gravit, caratterizzato nell’ultimo periodo da una preoccupante tendenza in aumento. Per prevenire e contrastare il fenomeno del maltrattamento sulle donne, che un fenomeno culturale e sociale, occorre, preliminarmente, attuare una strategia preventiva che conduca ad un radicale cambiamento culturale, introducendo una programmazione di interventi continuativi . che abbiano come fine precipuo la promozione di una cultura di eguaglianza rispetto e valorizzazione delle reciproche differenze. Occorre, dunque, un impegno congiunto sul piano politico e culturale , attraverso mirati percorsi educativi ed informativi . Sotto tale profilo, risultano certamente utili, nonch indispensabili azioni di raccordo tra le istituzioni scolastiche, i consultori ed i centri di aggregazioni giovanili per promuovere iniziative di sensibilizzazione ed informazione nei confronti della popolazione giovanile, ed incentivare , soprattutto, una cultura basata sul rispetto della dignit della donna , della libert e inviolabilit della persona.

Downloads File da inviare:
  • foto
  • 49.4 Kb / JPEG


Sito realizzato con SPIP
con il modello ESCAL-V3
Versione: 3.79.33