Legali.com
il sito degli avvocati italiani

Sito per gli avvocati italiani, per tenersi aggiornati, sfruttare le nuove tecnologie, dialogare con i colleghi, sottoporre quesiti giuridici, fare ricerche in ambito legale.
I giuristi che vogliono inviare articoli o notizie, si possono registrare online inserendo i propri dati dal link "Connettersi", posto in fondo alla pagina a sinistra. Clicca qui per vedere il video con le istruzioni per la pubblicazione degli articoli.

Giuslavorista europeo: si chiude con successo il primo corso
Articolo pubblicato online il 8 maggio 2011
Ultima modifica il 16 maggio 2011

di Patrizia Licata
Stampare logo imprimer

Si terr a Roma, presso la Sala Aldo Moro del Ministero degli Affari Esteri il 9 maggio 2011, ore 14.45, la sessione conclusiva del primo Corso in diritto internazionale ed europeo del lavoro organizzato dal Ministero degli Affari Esteri italiano, l’ILO (Organizzazione Internazionale del Lavoro) e l’UAE (Unione degli Avvocati europei), con la collaborazione del Centro Internazionale di Formazione dell’ILO di Torino, della rivista Iter Legis e della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione.

L’incontro sar aperto dal saluto del Ministro Plenipotenziario Claudio Spinedi, Vice Direttore Generale per la Mondializzazione e questioni Globali, del Ministero degli Affari Esteri, cui seguiranno la lectio magistralis del Prof. Avv. Antonio Tizzano, Giudice della Corte di Giustizia UE, e la relazione della Dott.ssa Cleopatra Doumbia-Henry, Direttore del dipartimento International Labour Standards dell’ILO. Interverranno inoltre Francesco Samperi, Presidente onorario UAE; Alessandro Chiarabini, Programme manager ILO; Roberto Cosio, delegato UAE per le relazioni Industriali in Europa; Massimo de Meo, Direttore rivista Iter Legis.

Il Corso, rivolto ad avvocati, giuristi d’impresa e magistrati, presentato a Roma con un convegno inaugurale l’8 novembre dello scorso anno, con la lectio magistralis del Giudice della Corte Costituzionale, Prof. Avv. Giuseppe Tesauro, con la partecipazione dell’Ambasciatore Gian Domenico Magliano, Direttore Generale Ministero degli Affari Esteri, e del Presidente Confindustria Lazio Aurelio Regina, si sviluppato in 11 moduli didattici nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2011.

L’obiettivo principale del Corso era innanzitutto quello di evidenziare la necessit di un coordinamento sistematico tra il diritto del lavoro italiano e quello nell’Unione europea e nel contempo migliorare nelle imprese italiane, che decidono di operare in altri Paesi dell’Europa dei 27, la base teorica e la conoscenza della concreta applicazione delle norme internazionali del lavoro e del diritto del lavoro dell’Unione Europea

Il Corso ha quindi approfondito la relazione e le eventuali conformit o difformit tra il diritto del lavoro nazionale, quello Ue e le norme internazionali del lavoro dell’ILO ed ha risposto positivamente all’esigenza di dare contorni sempre pi definiti alla nuova figura professionale del giuslavorista europeo, motivi fondamentali che hanno spinto il Ministero degli Affari Esteri italiano, l’ILO (Organizzazione Internazionale del Lavoro) e l’UAE (Unione degli Avvocati europei) a dare avvio al Corso.

Il bilancio, senz’altro positivo, testimoniato anche dalla numerose richieste di adesione, che dopo una prima selezione, sono arrivate a 35 partecipanti: avvocati, provenienti da grandi Studi legali, specializzati in diritto del lavoro, ma anche dirigenti e funzionari di grandi aziende italiane e multinazionali presenti nel nostro Paese e giuristi del Ministero del lavoro e delle parti sociali. 18 tra i partecipanti iscritti al corso hanno ottenuto una certificazione finale.

Il lavoro svolto durante il Corso si basato sullo studio dei principali istituti del diritto del lavoro a livello nazionale e internazionale, dedicando particolare attenzione all’esame e al confronto delle sentenze della Corte di Giustizia UE, delle Corti costituzionali europee e della giurisprudenza degli organi internazionali preposti al controllo dell’applicazione delle norme internazionali del lavoro dell’ILO. Inoltre, stata offerta l’opportunit di esaminare pi da vicino le discipline di altri Paesi e anche il rapporto tra la normativa di un Paese dell’UE e il quadro normativo dell’Unione europea: in questa prima edizione del Corso il Paese analizzato stato la Polonia.



Sito realizzato con SPIP
con il modello ESCAL-V3
Versione: 3.79.33