Legali.com
il sito degli avvocati italiani

Sito per gli avvocati italiani, per tenersi aggiornati, sfruttare le nuove tecnologie, dialogare con i colleghi, sottoporre quesiti giuridici, fare ricerche in ambito legale.
I giuristi che vogliono inviare articoli o notizie, si possono registrare online inserendo i propri dati dal link "Connettersi", posto in fondo alla pagina a sinistra. Clicca qui per vedere il video con le istruzioni per la pubblicazione degli articoli.

Io non ho paura
Articolo pubblicato online il 17 gennaio 2012

di Matteo Santini
Stampare logo imprimer

Non tempo di nascondere la testa sotto la sabbia. tempo di agire. Agire significa garantire innanzitutto le pari opportunit all’interno dell’avvocatura. Pari opportunit tra donne e uomini, pari opportunit tra giovani e meno giovani, pari opportunit tra colleghi abili e diversamente abili.

Ritengo che in assenza di effettive pari opportunit una societ non possa definirsi democratica. L’articolo 3 della Costituzione sull’uguaglianza sostanziale troppo spesso rimasto un nobile principio disapplicato. Chi crede che in Italia oggi esista la meritocrazia, che crede che un giovane avvocato figlio di "nessuno" abbia le stesse possibilit di realizzazione professionale di un collega di pari et con alle spalle una famiglia di avvocati un illuso o peggio un ipocrita.

E allora dico che non tempo di festeggiare ma solo tempo di agire se non vogliamo sprofondare nel pi buio dei precipizi.

Quando ho realizzato il servizio baby parking insieme a Fabrizio Bruni e Mauro Vaglio a favore degli avvocati mamme al fine di dare loro la possibilit di collocare i propri figli presso strutture specializzate durante le ore in cui sono impegnate in udienza, tantissimi colleghi e colleghe mi hanno contattato chiedendomi come avevamo fatto a realizzare un qualche cosa di straordinario di cui si parlava da anni ma che nessuno era mai riuscito a compiere.

Ho risposto loro che in realt non abbiamo realizzato nulla. Abbiamo solo avuto tanta voglia di fare e ci siamo attivati per stipulare alcune convenzioni con asili in zona tribunale che, a prezzi assolutamente politici, hanno garantito un servizio essenziale per le mamme e i pap che si trovano a doversi dividere tra attivit professionale e gestione dei propri figli. Un problema che nel corso della vita riguarda oltre il 90 % dei colleghi.
La mia idea di politica forense un’idea di pari opportunit. Meno feste, meno cerimonie, meno sprechi, soprattutto in un momento storico di gravissima crisi economica. Tutti denari spesi inutilmente quando sarebbe invece necessario destinare riserve di bilancio per garantire ai giovani la possibilit di esercitare effettivamente la professione senza doversi presentare sul mercato come degli pseudo dipendenti sotto pagati; ad esempio, destinando queste riserve per garantire prestiti di onore o per erogare finanziamenti a fondo perduto a favore dei giovani che intendono avviare uno studio o dei meno giovani che lo studio devono riavviarlo dopo aver affrontato un periodo di oggettiva difficolt (per problemi di salute, ecc.).

Lo stesso servizio di baby parking attraverso un minimo impegno economico potrebbe essere garantito gratuitamente agli avvocati mamme destinando riserve a bilancio dirette a tale scopo o destinando fondi per la costituzione di un asilo all’interno del tribunale (come avviene nelle principali universit). Se ne parla da tempo ma le promesse in questo Paese valgono solo in campagna elettorale. A chi contesta in modo superficiale e puerile che non ci sono i fondi rispondo che con i denari utilizzati per le spese di rappresentanza per le cene, per le ricorrenze e per le feste si potrebbe fare davvero tanto; a chi contesta che in Tribunale non ci sono spazi disponibili rispondo che la digitalizzazione, de-materializzazione e delocalizzazione dei documenti e degli archivi oltre ad essere realizzabile a costi irrisori (ci sono societ che effettuano il servizio a costi bassissimi) garantirebbe la disponibilit di quegli spazi oggi occupati da inutili e vetusti documenti e da tonnellate di cartaccia.
Non posso fare valutazioni tecniche su dati attuali in quanto, non sono riuscito a reperire sul sito del consiglio dell’ordine gli ultimi bilanci. L’unica cosa che posso fare quella di garantivi, per il futuro, un effettivo cambiamento a favore e nell’interesse di TUTTI.

Non c’ tempo per perdersi in polemiche, insulti, attacchi personali o in puerili auto elogi. tempo di fare e di agire.

Non mi fermer mai neanche di fronte alle eventuali intimidazioni, non abbandoner mai il campo fino a quanto le pari opportunit nella professione non si saranno effettivamente realizzate. Voglio lasciare e lascer ai miei figli una societ pi giusta e meritocratica. E lo far ad ogni costo !
Chi non interessato alla mie parole pu tranquillamente "cancellarmi" con un click. Non voglio imporre la mia presenza o il mio messaggio a nessuno. Utilizzo lo strumento web solo perch, non avendo alcun ruolo istituzionale ed essendo un avvocato "figlio di nessuno" posso esprimere la mia idea solo attraverso questo meraviglioso strumento di democrazia chiamato INTERNET (RETE GLOBALE)



Sito realizzato con SPIP
con il modello ESCAL-V3
Versione: 3.79.33