Legali.com
il sito degli avvocati italiani

Sito per gli avvocati italiani, per tenersi aggiornati, sfruttare le nuove tecnologie, dialogare con i colleghi, sottoporre quesiti giuridici, fare ricerche in ambito legale.
I giuristi che vogliono inviare articoli o notizie, si possono registrare online inserendo i propri dati dal link "Connettersi", posto in fondo alla pagina a sinistra. Clicca qui per vedere il video con le istruzioni per la pubblicazione degli articoli.

Ddl diffamazione 2012
Articolo pubblicato online il 7 novembre 2012

di Francesco Pagano
Stampare logo imprimer

In queste ore il Senato italiano sta discutendo un disegno di legge in materia di diffamazione (DDL n. 3491). Alcuni emendamenti, 3.204, 3.400 e in particolare il 3.207, potrebbero imporre a siti come Wikipedia la rettifica o la cancellazione di contenuti dietro semplice richiesta di chi li ritenesse lesivi della propria immagine o della propria privacy, e prevedere la condanna a sanzioni pecuniarie fino a 100.000 euro in caso di mancata rimozione.

Wikipedia ha lanciato un appello agli internauti affinch facciano pressioni sul Parlamento per evitare l’ennesimo attentato alla libert di espressione:

"Wikipedia riconosce il diritto alla tutela della reputazione di ognuno e i volontari che vi contribuiscono gratuitamente gi si adoperano quotidianamente per garantirla. L’approvazione di questa norma, tuttavia, obbligherebbe ad alterare i contenuti indipendentemente dalla loro veridicit. Un simile obbligo snaturerebbe i principi fondamentali di Wikipedia, costituirebbe una limitazione inaccettabile alla sua autonomia e una pesante minaccia all’attivit dei suoi 15 milioni di volontari sparsi in tutto il mondo, che sarebbero indotti a smettere di occuparsi di determinati argomenti o personaggi, anche solo per "non avere problemi".
Wikipedia la pi grande opera collettiva della storia del genere umano: in 12 anni entrata a far parte delle abitudini di milioni di utenti della Rete in cerca di un sapere neutrale, gratuito e soprattutto libero. L’edizione in lingua italiana ha quasi un milione di voci, che ricevono 16 milioni di visite ogni giorno, ma questa norma potrebbe oscurarle per sempre."



Sito realizzato con SPIP
con il modello ESCAL-V3
Versione: 3.79.33