Legali.com
il sito degli avvocati italiani

Sito per gli avvocati italiani, per tenersi aggiornati, sfruttare le nuove tecnologie, dialogare con i colleghi, sottoporre quesiti giuridici, fare ricerche in ambito legale.
I giuristi che vogliono inviare articoli o notizie, si possono registrare online inserendo i propri dati dal link "Connettersi", posto in fondo alla pagina a sinistra. Clicca qui per vedere il video con le istruzioni per la pubblicazione degli articoli.

Processo tributario senza segreti
Articolo pubblicato online il 30 settembre 2014
Ultima modifica il 26 settembre 2014

di Francesco Pagano
Stampare logo imprimer

Quattro appuntamenti altamente formativi, quattro momenti decisivi di confronto sul progetto di riforma del processo tributario. Al via a partire dal mese di ottobre il ricco programma di attività a favore della categoria del nuovo presidente nazionale Unagraco, Giuseppe Diretto: un calendario fitto di appuntamenti itineranti con convegni e tavole rotonde su tutto il territorio nazionale. Si partirà il 3 ottobre da Pescara per parlare delle principali novità in materia di contenzioso tributario con l’avvocato tributarista dell’Ordine forense di Lecce, Maurizio Villani, relatore principale e autore del progetto del decreto legislativo di cui all’art.10 della legge delega n. 23 dell’11/3/2014 in G.U.n .59 del 12/3/2014 sulla riforma del processo tributario. Un’occasione per condurre con il legale un’analisi su tutte le criticità e le carenze che presenta la materia, arrivando così alla richiesta presentata al legislatore di precise proposte modificative. Un importante e fruttuoso dibattito che permetterà di individuare con più facilità la strada per fornire al cittadino-contribuente nuovi strumenti per esercitare il suo diritto di difesa nei confronti del fisco, non limitandolo solamente a ingiusti pagamenti o conciliazioni onerose. «In questo momento il legislatore sta potenziando fortemente le armi del fisco per combattere il grave problema dell’evasione fiscale (con la tracciabilità dei movimenti finanziari, il redditometro e gli studi di settore)», spiega l’avvocato Villani, «al tempo stesso, però, non mette il cittadino-contribuente nelle condizioni di potersi difendere in sede giudiziaria ad “armi pari” con il fisco, in quanto limita di molto il diritto di difesa sia in primo che in secondo grado». «Finalmente la legge delega per la generale riforma fiscale ha previsto la revisione del contenzioso tributario, delegando il governo a emanare, entro un anno, norme per il rafforzamento della tutela giurisdizionale del contribuente, assicurando la terzietà dell’organo giudicante con il rafforzamento e la razionalizzazione dell’istituto della conciliazione e della tutela cautelare in ogni grado del giudizio», continua il legale, «il suddetto disegno di legge ha ripreso molte mie richieste fatte negli ultimi venti anni: ha abolito tutti i riti abbreviati e speciali, ha previsto sempre la pubblica udienza, ha delineato per la Cassazione una disciplina uniforme e semplificata, ha espressamente esteso la tutela cautelare anche ai giudizi di appello e di revocazione e ha previsto una nuova disciplina di conciliazione anche in grado di appello. In sostanza, ha cercato di parificare il processo tributario a quello civile ed amministrativo». «Il disegno di legge è un’ottima base di partenza, che merita ulteriori integrazioni, in modo da non limitare il diritto di difesa del cittadino-contribuente, costituzionalmente garantito, anche alla luce delle recenti modifiche del codice di procedura civile apportate dal dl n. 132/2014, soprattutto per quanto riguarda la condanna alle spese nonché la possibilità di produrre in giudizio dichiarazioni di terzi», conclude Villani. Nei primi quattro convegni di ottobre, oltre all’avvocato Villani e al numero uno dell’Unagraco, Giuseppe Diretto, si avvicenderanno molti ospiti illustri.



Sito realizzato con SPIP
con il modello ESCAL-V3
Versione: 3.79.33