Legali.com
il sito degli avvocati italiani

Sito per gli avvocati italiani, per tenersi aggiornati, sfruttare le nuove tecnologie, dialogare con i colleghi, sottoporre quesiti giuridici, fare ricerche in ambito legale.
I giuristi che vogliono inviare articoli o notizie, si possono registrare online inserendo i propri dati dal link "Connettersi", posto in fondo alla pagina a sinistra. Clicca qui per vedere il video con le istruzioni per la pubblicazione degli articoli.

Appello per raccolta firme dal FAI: manette a chi froda il paesaggio
Articolo pubblicato online il 23 novembre 2007

di Francesco Pagano
Stampare logo imprimer

Art. 9 Costituzione Italiana:
"La Repubblica... tutela il paesaggio
e il patrimonio storico e artistico della Nazione".

La sorprendente e positiva sentenza della Corte Costituzionale n. 367 del 7 novembre scorso riconferma il valore assoluto e primario del PAESAGGIO, in linea con l’art. 9 della nostra Costituzione: respinge infatti tutti i ricorsi delle Regioni che rivendicano impropriamente la competenza in tema di tutela del paesaggio. Questa decisione rappresenta un punto fermo importantissimo per il futuro del nostro Paese, ma tutti noi siamo chiamati a mantenere alto il livello di attenzione, a continuare a vigilare sull’operato delle nostre istituzioni perch tale sentenza si tramuti in fatti concreti.

Forte del raggiungimento di questo fondamentale traguardo, durante il Convegno "S.O.S. Paesaggio: aggiornarsi per intervenire" che il FAI ha tenuto ad Assisi il 10 novembre scorso, il ministro per i Beni e le Attivit Culturali, Francesco Rutelli, ha invitato la nostra Fondazione a sostenere la proposta di legge presentata dal suo ministero il 23 maggio scorso.

Si tratta di una legge che aumenta le sanzioni penali per chi danneggia il paesaggio e introduce il nuovo reato di "frode paesaggistica" per chi utilizzi documenti falsi o falsifichi documentazione allo scopo di edificare in violazione delle norme. In particolare, sono previste sanzioni pi severe per il reato di danneggiamento di bene paesaggistico (ora punito solo con ammenda) come la reclusione fino a quattro anni e la multa fino a cinquantamila euro.

Invitiamo tutti - aderenti, amici, sostenitori a firmare questo appello per far sentire la nostra voce fino in Parlamento, affinch il disegno di legge presentato dal ministro Francesco Rutelli sia approvato al pi presto. Se avete a cuore il PAESAGGIO, specchio dell’identit di ciascuno di noi, firmate e inoltrate questa petizione a pi persone possibili. Grazie.


freccia Sul web : La petizione


Sito realizzato con SPIP
con il modello ESCAL-V3
Versione: 3.79.33