Legali.com

il sito degli avvocati italiani

Home > Nuove tecnologie > Obbligo di comunicazione Posta Elettronica Certificata al registro delle (...)

Obbligo di comunicazione Posta Elettronica Certificata al registro delle imprese

martedì 22 novembre 2011, di Francesco Pagano

Ai sensi dell’art. 16, D.L. 29/11/2008 n. 185, convertito in legge 2/2009, le società iscritte al Registro Imprese sono tenute a comunicare l’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) entro tre anni dall’entrata in vigore della normativa suddetta (cioè entro il 29/11/2011).

Le imprese individuali sono invece esentate da questo obbligo. Tuttavia sono tenute ad indicare una casella PEC propria o dell’intermediario incaricato dall’impresa nella compilazione del modello della Comunicazione Unica.

Che cosa è la PEC?

Resa obbligatoria per aziende e liberi professionisti dal Decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185, la Posta Elettronica Certificata (PEC) rappresenta un efficace e valido strumento di lavoro che sostituisce a tutti gli effetti raccomandate A/R, fax e corrieri, con notevoli vantaggi in termini di affidabilità, velocità e riduzione dei costi.

La PEC è un sistema di "trasporto" di documenti informatici che, pur presentando forti similitudini con il servizio di posta tradizionale, consente di certificare l’invio, l’integrità e l’avvenuta consegna del messaggio scambiato tra il gestore di PEC del mittente e quello del destinatario.

Vantaggi

- certificazione immediata del contenuto, della data e ora di spedizione,dell’autenticità della casella del mittente
- immediatezza dei tempi di ricezione
- possibilità di allegare al messaggio qualsisi formato di documento
- semplicità ed economicità di trasmissione, inoltro e riproduzione
- semplicità di archiviazione e ricerca dei documenti
- invio multiplo del messaggio con costi estremamente più bassi rispetto ai mezzi più tradizionali
- velocità e comodità del servizio attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7